Repubblica.it tu quoque?

Cliccare per ingrandire

Nella giornata di ieri vengo informato che su Repubblica TV c’è un video di Mondo3 con tanto di citazione al sito. Corro a vedere ed è (quasi) vero.

E’ vero perché l’articolo di Fabrizio è stato preso copiato ed incollatoa destra lo screenshot di ieri, qui il testo della news nda – interamente all’interno della news dedicata al lancio delle monetine da 1 cent di Vodafone. Il quasi invece viene dal fatto che il video non è uno dei nostri due (disponibili tranquillamente su YouTube) ma quello di Vodafone stessa senza credits.

Per ora nessuna “novità”.

Ossia il fatto che Repubblica.it copi dal web non è la prima volta che accade. Rispetto agli amici di Dissapore addirittura c’era il nostro nome (beh era nel testo della news, forse la velocità ha fatto sì che ci rimanesse? 😉 ). Tanto che speravamo, tramite un contatto, di segnalare che 1. il video non era nostro ma ne avevamo altri due e 2. il link della nostra anteprima che tanto gentilmente avevano copiato segnalato.

Il risultato? Lo vedete online stamani. Lungi dal riconoscere la paternità di un video (anche questa cosa non è nuova, anzi…) e tantomeno quella della descrizione a lato, è rimasto solo il testo copiato senza alcuna citazione del lavoro altrui. E riprendendo un’affermazione già letta questa estate sul sito di MaxKava mi tocca ammettere che è rimasto “il solito brutto vizio di Repubblica (e dei quotidiani italiani on line in genere) di scopiazzare in giro per il Web senza mettere link e credits (no, scrivere “A cura di Pier Luigi Pisa, video da YouTube” solo per evitare di attribuire i credits non vale; e se il video è ‘da YouTube’, perchè non mettere il link a YouTube?)”. L’unica domanda che aggiungo è perché non linkare la stessa news da cui “si è preso spunto?”

Non affaticatevi a cercare la risposta che forse già la conosciamo già tutti… 😉

Giornalista, appassionato di TLC.