Quando Omnitel aveva roaming su Tim

C’era un tempo in cui l’Ag.Com. non esisteva e il Ministero delle Poste curava le TLC italiane. A quel tempo non c’era manco Vodafone, avevamo Omnitel. E non solo: TIM, Telecom Italia Mobile (o come preferite chiamarla…) era ancora pubblica (e per tutti era la SIP).

Quel tempo era il marzo 1996. Oltre tredici anni fa, dove i problemi del tempo però sembrano essere ancora attuali. Si parlava del roaming nazionale, quella pratica a cui i nuovi arrivati ricorrono per avere una maggiore copertura di rete in attesa degli investimenti. Ad oggi solo H3G ha bisogno del roaming Tim. Ma all’epoca anche Vodafone Omnitel ne aveva bisogno tanto che si dovette attendere un intervento dall’alto per stabilirne la cifra come riportano le cronache dell’epoca. Cronache da dove esce una cifra fuori da ogni logica attuale: 632 lire al minuto!

E’ vero che per le entranti nessun costo era dovuto, ma con il senno di poi si spiegano assai bene le tariffe iniziali con scatti e senza fasce orarie: Omnitel guadagna(va) molto di interconnessione sicuramente, ma certo quella cifra ad oggi sarebbe fin troppo onerosa anche per il roaming internazionale… cambiano i tempi, non le discussioni. Il fatto che Telecom non sia più pubblica non è che ne abbia migliorato la litigiosità ad esempio…

| via Corriere della Sera – “Via delle Poste al ” roaming ” Tim Omnitel”