Chi è contro l’Authority europea sulle TLC?

La notizia rimbalza da alcune fonti, ma entrambe non dicono quali siano i paesi contro l’Autorità Europea unica sulle telecomunicazioni. La decisione pare rinviata a domani, ma le pressioni sembrano molte e forti contro la nascente Authority targata EU.

La Commissione europea rischia di dover rinunciare alla nascita dell’Authority Ue per le Tlc, uno dei cardini – insieme alla separazione funzionale delle reti – della riforma del settore delle telecomunicazioni messa a punto dal commissario Viviane Reding (nella foto). L’Agenzia europea per i mercati europei di comunicazioni elettroniche – come viene chiamata l’Authority nel testo della riforma nelle mani della presidenza slovena – dovrebbe essere un organo sostanzialmente consultivo, col compito di coordinare il lavoro delle varie autorità nazionali soprattutto sul fronte delle misure prese per garantire la concorrenza. Bruxelles, comunque, manterrebbe tutti i suoi poteri antitrust.

Una sola speranza, che l’Italia NON sia tra i paesi contrati. Perchè se così non fosse a pensare male si fa peccato, ma… il detto sapete come finisce.

[via SwissinfoAduc]