Scarsa copertura, cliente risarcito

Non è successo in Italia, ma in Inghilterra. Ma la storia ha avuto una certa risonanza sui media ed è interessante riportarla anche qua da noi perchè il principio è proprio semplice.

In pratica è stato fatto un contratto con Orange, con un vincolo di 18 mesi. Uno dei tanti abbonamenti che ormai spopolano anche da noi: il gestore fidelizza il cliente e si crea un legame a doppio filo che si scioglie solo con delle penali. Ma cosa succede quando la copertura e/o i servizi sono scarsi o non vengono offerti? Di solito ci si maledice per tutta la durata del contratto…

Tom Prescott invece non ha fatto così, ha tentato di disdire il contratto perchè nella propria area aveva una scarsa copertura di segnale e – dopo che Orange ha rifiutato di chiudere il contratto per questa motivazione – ha denunciato il gestore che si è dovuto piegare anche a un risarcimento. Come è giusto che sia.

[via Daily Mail]