24 mesi di garanzia per un iPhone

Due notizie, spero una più ovvia dell’altra.

Uno, si può vivere 10 giorni senza smartphone. L’ho fatto, si perde al massimo qualche mention su Twitter o Instagram ma i danni sono minimi. Ovviamente sto parlando di “danni” in maniera assolutamente ironica. 😉

Due, si riesce ad avere assistenza per il proprio iPhone nel secondo anno d’acquisto anche senza Apple Care. Come? Banalmente seguendo la legge che prevede 24 mesi dall’acquisto, per i clienti privati, la garanzia sul bene acquistato: il primo anno a carico del produttore (Apple), il secondo a carico del venditore (Vodafone nel mio caso). Certo rimane quella testardaggine sul limite a 12 mesi – con relativo problema – per chi acquista da Apple stessa ma speriamo nell’Antitrust.

Tornando alla mia esperienza è stata piuttosto lineare e semplice, è identica anche con gli altri due gestori che commercializzano iPhone.

iPhone4 comprato a fine luglio 2010, problema di macchia gialla sul display e consegna a uno dei Vodafone Store di Firenze. Presa in carica il 5 luglio, 10 giorni lavorativi di tempo per l’assistenza e preso oggi. 12 giorni effettivi dopo, 8 lavorativi. Per la precisione era già disponibile ieri. Fin troppo facile, tra l’altro con un paradosso. Per chi, correttamente, ritiene di non aver bisogno di Apple Care conviene quasi più affidarsi alla rete di vendita esterna alla casa di Cupertino che a un Apple Store per avere la garanzia nel secondo anno.

Ah, per la cronaca ne ho avuto uno nuovo (leggasi rigenerato) in cambio. Non male 😉