“TuttoRelax OLD”, Tim rimodula ancora

TIM probabilmente vuole battere ogni record: le poche “Tutto Relax” OLD (ossia, con le vecchie condizioni in vigore n.d.r.) sono state rimodulate! Dopo il roaming internazionale, lo scatto alla connessione WAP arriva anche questa nuova manovra da parte del primo (?) gestore nazionale.

La cosa interessante al riguardo, nonostante pare pacifico il fatto che uno dei due contraenti (TIM) abbia il coltello dalla parte del manico, sono le opinioni al riguardo. Raramente parlo dei colleghi, ma in questo caso mi pare interessante confutare quanto – a mio avviso erroneamente – si evince da MobileBlog e quanto da Cellularitalia.

Scrive MobileBlog: ““É stato bello finché è durato”. Probabilmente è questa la frase che molti possessori di Tutto Relax abbonamento per prepagati staranno dicendo, dopo aver saputo che la Tim imporrà una rimodulazione forzata della propria offerta, fino ad oggi scampata alla tagliola delle limitazioni. L’abuso eccessivo del servizio ha portato a cambiare gli abbonamenti attualmente in vendita e, a partire dal 30 ottobre prossimo, anche coloro che hanno attivato questa offerta in passato si vedranno applicare un massimale mensile negli sms inviabili gratuitamente verso tutti: da infiniti si passerà a 1000.
Per le persone in buona fede (e per quelli che questo abbonamento non lo hanno ancora visto bloccare) non ci sarà alcun problema; saranno coloro che hanno marciato su questa offerta a vedere la differenza.

Falso. Ci sono persone in buona fede che lo usa(va)no sul serio per lavoro, basta leggere il sempre florido forum di Mondo3 per trovare l’esperienza di Simoncino79, PR per eventi. A lui gli SMS servivano e l’offerta era ben calibrata per una siffatta utenza. Tanto è vero che Cellularitalia al riguardo più correttamente scrive: “Le considerazioni sulla correttezza commerciale di TIM e del rispetto nei confronti dei propri clienti le lasciamo fare direttamente ai lettori.
– Ciò che si vuole far notare, non volendo in alcun modo affrontare considerazioni di carattere legale, è la pretesa da parte di TIM di voler modificare unilateralmente un’offerta a tempo determinato (durata 24 mesi), come se si trattasse di un qualsiasi piano tariffario.
– Il contratto proposto da TIM e accettato dal cliente non prevedeva in alcun modo la possibilità da parte di TIM di modificare l’offerta, ma impegnava TIM al mantenimento dell’offerta stessa per 24 mesi.
– le condizioni del contratto “Tutto Relax” proposte e accettate dal cliente, derogavano le normali Condizioni Generali, che evidentemente Tim pretende di utilizzare inviando un Sms con 30 giorni di anticipo per informare e far accettare le modifiche introdotte.
– In attesa di una eventuale risposta dello stesso gestore, l’unica cosa che si può affermare è che, da ora in poi, qualsiasi offerta di Tim (anche a tempo determinato) sarà passibile di modifica in corso di validità, senza alcun rispetto di contratti e impegni giuridicamente vincolanti.

Esatto. E tra l’altro rilancio un’altra domanda del buon Simoncino79: “Che valore legale ha mai un SMS?“. Risposta semplice: ben poca come del resto una mera comunicazione in bolletta. Basta leggere al riguardo una delle ultime deliberazioni dell’AG.COM.: la delibera 56/06/CIR. Ah dimenticavo! Per chi fosse interessato c’è anche la pagina ufficiale TIM dove si spiega la rimodulazione: www.tim.it/consumer/c364/i3203/o2163/tariffa.do. Ridere per non piangere.