Rimodulazioni 3, rinvio o… ripensamento?

Fare il giornalista/giornalaio è un mestiere che ti coinvolge a 360°, ancora di piu’ quando sei addentro la notizia e il tema ti appassiona come la rimodulazione annunciata da 3. Che ha mosso molte polemiche e discussioni ben prima di essere attiva. Tante polemiche e discussioni anche all’interno di H3G tanto che una cara fonte (attendibile, ma anonima… è il mestiere dovete perdonarmi) mi annuncia quanto segue. Sembra una smentita, ma fate attenzione e leggete bene questo documento che mi è stato fornito:

La rimodulazione delle tariffe dei piani prepagati non verrà resa operativa nella data fino ad ora indicata (1 agosto) e di conseguenza anche l’invio degli SMS informativi non verrà effettuato.
Dato che l’informazione sulla rimodulazione è stata resa nota ai dealer e si sta diffondendo sui forum, sarà necessario porre particolare attenzione nel gestire i clienti.

Qualcuno di voi qui penserà che Mondo3 ha sparato nel mucchio una cartuccia. Non è così, ma sarebbe legittimo pensarlo. Molti di voi conoscono me e chi sta dietro al sito, altrettanti ovviamente hanno le dovute perplessità. Ma come le notizie anticipate anche questo documento inoltratomi è assai preciso, tra l’altro non è cosa solo di forum ma anche della rete vendita come avete potuto appurare in questi giorni se avete qualche amico dealer un po’… chiaccherone. Comunque continuiamo a leggere assieme:

Gestione dei contenuti:
I contenuti relativi alla rimodulazione sono stati
disabilitati e quindi non sono più visibili (dettaglio delle nuove tariffe, riferimenti alla campagna SMS sulla rimodulazione, script/faq per la gestione delle contestazioni). Nella sezione 133 in “Comunicazione&Modulistica – Comunicazioni&Script” verrà a breve modificato il contenuto attualmente esistente sulla rimodulazione (lo stesso contenuto è visibile anche nella sezione Dealer&Sales in “Area vendite – Varie“).

Attendiamo conferma circa la comunicazione che verrà data ai dealer su Info 3.

Gestione della comunicazione:
– Tutte le comunicazioni sono state impostate in modo da indicare che
3 sta ancora valutando se introdurre o meno delle variazioni e che in ogni caso informerà i clienti coinvolti nei tempi e nei modi previsti dalle normative vigenti.
РIn nessun caso possiamo fornire delle anticipazioni, in quanto non sono concluse le valutazioni sui clienti (inteso come piani tariffari) che potrebbero subire le modifiche e di conseguenza non ̬ possibile stabilire
“se” e “quando” avverranno eventuali modifiche ai piani tariffari.

Area Clienti: possibili richieste di chiarimento:

– Visualizzazione delle due righe di credito relative all’autoricarica bimestrale: la rimodulazione avrebbe comportato, solo per i piani tariffari con autoricarica non a scadenza, l’introduzione dell’autoricarica con scadenza bimestrale. Nell’Area Clienti non è possibile mascherare le relative voci implementate. In caso di richiesta di chiarimento si dovrà indicare quanto segue (tenendo conto che prossimamente ci sarà un piano tariffario che prevede tale meccanismo ):

* D: Perchè vedo due voci per la scadenza nel bimestre dell’autoricarica? R: Le voci visualizzate fanno riferimento a futuri servizi che prevederanno un’autoricarica a scadenza bimestrale.
*
D: Perchè queste voci si vedono solo su alcuni piani tariffari? R: Le voci sono visualizzate solo per i piani che potranno beneficiare di tali servizi.

– Visualizzazione di nuovi nomi per i piani tariffari (es. SuperTua 2007): è un’anomalia in quanto non era stata richiesta la visualizzazione dei nuovi nomi. In caso di richiesta di chiarimenti si dovrà comunicare:

* D: Perchè nell’Area Clienti il nome del mio piano tariffario è cambiato? R: Le confermiamo che si tratta di un’anomalia limitata alla visualizzazione del nome del suo piano tariffario.
*
D: Mi avete cambiato le tariffe? R: Le tariffe che le vengono applicate non hanno subito alcuna variazione.

Voce e Video a zero:
– la rimodulazione dello scatto alla risposta dell’opzione
non avverrà il 1° agosto come fino ad ora indicato. L’informazione eventualmente presente verrà rimossa.

Un meccanismo perfetto, financo nelle risposte alla clientela. A questo punto una domanda sorge spontanea: queste rimodulazioni sono state solo rinviate o semplicemente ripensate? La risposta ci sarà nei prossimi giorni. Perchè? Facile rispondere, finalmente. H3G intorno al 20 giugno dovrebbe avere un incontro con l’authority dove deve dimostrare di essere una azienda ancora in fase di start up altrimenti l’authority spingerà per l’abbattimento dei costi di interconnessione, vera manna dal cielo finora per il gestore cinese. Sempre soldi sono. Ovviamente dei consumatori.

15 risposte a “Rimodulazioni 3, rinvio o… ripensamento?”

  1. Una cosa è certa, se non adesso sarà più in là, ma la fase di start-up finirà, e la rimodulazione ci sarà… ops che rime in-felici… 🙂

  2. Velocemente 🙂

    @ Enzo: c’est la vie, è il mondo del giornalismo. Non tutto quel che si sa ha una fonte che si può nominare, il perchè di questa scelta è comune a quello di tante cose si fanno anche nella vita quotidiana. C’è quello che si puo’ fare e quello che non è meglio fare.

    @ Max: il calo dell’interconnessione avrà sicuramente tanti effetti, non tutto potrà restare immutato nei decenni. Qualora la stessa scenda a cifre vicino o marginali a quelle dell’attuale ricarica è ovvio e legittimo che costringa il gestore a ricalcolare tutta la propria offerta, siamo nel mercato e nessuno lavoro gratis o, peggio, a rimessa. Sarà questione di tempo, ma l’autoricarica a 10 ct. al minuto al momento è permessa solo dall’attuale listino di interconnessione. Altri gestori non potrebbero proprio permettersela.

  3. per non saper ne leggere e ne scrivere io firmo la petizione contro le rimodulazioni

  4. Ciao scusa vorrei porti una domanda.
    che significa Voce e Video a 0, intendi parlare della promozione Prezioso Natale??? ovvero Chiama e VideoChiama un amico a 0?? verra anchessa rimodulata???? ti prego rispondimi è troppo importante per me, ciao

  5. Ciao Cesare, penso riguardi le offerte – di cui non ricordo a mente tutti i nomi, sorry 😉 – che prevedevano comunque il pagamento del solo scatto alla risposta per usufruire della tariffazione a zero ct. al minuto. Mi pare che ce ne fosse una di S. Valentino con queste caratteristiche; l’offerta Chiama e VideoChiama un amico invece non prevedendo alcuno scatto non avrebbe una rimodulazione dello stesso, ma eventualmente solo un’implementazione di uno scatto al momento assente.

  6. Spero che questa rimodulazione nn valga per la Vietata ai maggiori 😐

  7. Ciao, io credo che le eventuali rimodulazioni in atto che porterà avanti “3” in maniera così selvaggia siano l’ennesima conferma che ogni operatore non si preoccupa minimamente dei propri clienti. Tanto loro hanno sempre il coltello dalla pare del manico. Tanto “loro” si giustificano dicendo che se non ti sta bene puoi sempre cambiare operatore in qualsiasi momento. Grazie tante ma allora io pretando in denaro contante quanto ho di credito residuo sulla sim. Ciao . a voi le considerazioni

  8. sinceramente questa interpretazione non mi convince. poichè
    1. l’incontro con l’AGCOM era noto da sempre
    2. tutti gli operatori sanno che quanto dicono durante le convention filtra immediatamente su internet
    3. H3G non era tenuta a informare la propria rete commerciale della rimodulazione (che io sappia gli altri operatori non hanno mai annunciato le rimodulazioni durante le convention)

  9. No alle rimodulazioni, Il danno che arreca tre in questo modo e’ facilmente quantificabile, chi ha comprato un telefonino sim lock, non può fare la protabilità perche perderebbe il telefono!. Magari e’ costato 200 euro quando ne vale 500 ma sono 200 euro buttati! la situazione e’ delicata e giustamente stanno pensando prima di agire.
    Mi porgo una domanda :lo sanno i gestori che siamo nella preistoria, tra poco con la tecnologia wimax ci sara da divertirci.

  10. DECRETO BERSANI BIS
    Art. 1.

    Ricarica nei servizi di telefonia mobile, trasparenza e liberta’ di recesso dai contratti con operatori telefonici, televisivi e di servizi internet

    1. Al fine di favorire la concorrenza e la trasparenza delle tariffe, di garantire ai consumatori finali un adeguato livello di conoscenza sugli effettivi costi del servizio, nonche’ di facilitare il confronto tra le offerte presenti sul mercato, e’ vietata, da parte degli operatori della telefonia mobile, l’applicazione di costi fissi e di contributi per la ricarica di carte prepagate, anche via bancomat o in forma telematica, aggiuntivi rispetto al costo del traffico telefonico richiesto, nonche’ la previsione di termini temporali massimi di utilizzo del traffico acquistato. Ogni eventuale clausola difforme e’ nulla ai sensi dell’articolo 1418 del codice civile. Gli operatori adeguano la propria offerta commerciale alle predette disposizioni entro il termine di trenta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto.

    2. L’offerta delle tariffe dei differenti operatori della telefonia deve evidenziare tutte le voci che compongono l’effettivo costo del traffico telefonico, al fine di consentire ai singoli consumatori un adeguato confronto.

    3. I contratti per adesione stipulati con operatori di telefonia e di reti televisive e di comunicazione elettronica, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata, devono prevedere la facolta’ del contraente di recedere dal contratto o di trasferirlo presso altro operatore senza vincoli temporali o ritardi non giustificati da

    esigenze tecniche e senza spese non giustificate da costi dell’operatore e non possono imporre un obbligo di preavviso superiore a trenta giorni. Le clausole difformi sono nulle, fatta salva la facolta’ degli operatori di adeguare alle disposizioni del presente articolo i rapporti contrattuali gia’ stipulati alla data di entrata in vigore del presente decreto entro i successivi sessanta giorni.

    4. L’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni stabilisce le modalita’ attuative delle disposizioni di cui al comma 2 e applica le relative sanzioni.

    CONTRO DI NOI

    Praticamente tutti i contratti con costi di ricarica sono nulli per legge, e gli operatori avevano 60 giorni per CAMBIARE il contratto adeguandosi alle nuove normative. Il ministro Filosofo Bersani si è però scordado di specificare che Solo e niente altro che i costi di ricarica dovevano sparire. La 3 ha avuto l’OBBLIGO di annulare i contratti e RIFARLI per adeguarsi alle normative. Nel testo non è specificato l’obbligo di mantenere i costi delle telefonate, è vero infatti che alla rimodulazione in aumento di Wind, il ministro dello sviluppo, era fiducioso che quella compagnia non avrebbe retto la concorrenza e i suoi abbonati avrebbero cambiato operatore. Non ha contestato minimamente L’ILLEGITTIMITA’ di quello che avevano fatto.

    A NOSTRO FAVORE

    Il ministro è riuscito nel suo intento di creare concorrenza infatti i prezzi di Tim e Vodafone sono diventati più bassi rispetto agli altri.
    Siamo LIBERI di recedere dal contratto quando vogliamo senza spese, quindi sul fatto che possiamo riottenere tutto il nostro credito sono fiducioso, anche se noi della SuperTua+ di spese documentate ne abbiamo poche.
    Forse hanno rimodulato dopo i sessanta giorni che avevano quindi forse sono passibili di mora.

    Il concetto filosofico del decreto è buono, il risultato a cui ha portato un pò meno…dico solo che era 2 anni che non pagavo i costi di ricarica e nemmeno la ricarica, ci voleva Bersani per cambiare le cose…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: