Garanzia Apple, intervento al rallentatore

Sembra che sia la notizia di oggi:

Al centro della disputa, sulla quale sta indagando l’Autorità garante della concorrenza e del mercato, meglio nota come Antitrust, la durata della garanzia su iPhone, iPad e gli altri dispositivi prodotti dalla mela.

Eppure io leggevo già il 28 maggio scorso, ossia 3 mesi fa, che “nelle scorse settimane l’Authority ha deciso di avviare una procedura nei confronti della Apple e secondo i primi accertamenti compiuti la società della Mela, insieme alla catena di vendita Comet, proporrebbe un contratto di assistenza a pagamento senza chiarire al consumatore che il contratto si sovrappone temporalmente al secondo anno della garanzia legale che non comporta costi per il consumatore.”

E’ vero, in qualche articolo si legge che questa analisi è in corso addirittura da un anno. Oggi vengono detti, seppur tra le righe, i tempi:  “in attesa che l’indagine si concluda – l’Autorità garante della concorrenza parla di circa due mesi “.

Quindi un anno e più per confrontare se la pratica di Apple, in essere da sempre, sia più o meno conforme. Capite poi perché il cittadino comincia a dubitare dell’efficacia anche delle autorità indipendenti?

Eppure Antitrust ed AgCom hanno tutte le potenzialità per (ri)avvicinare con fiducia i consumatori alle istituzioni per quanto riguarda la loro salvaguardia. Non perdiamo queste occasioni, su…